Grande successo l’incontro di sabato 25 ottobre

Quanti apicoltori sono intervenuti ad ascoltare le interessantissime esperienze che ci hanno portato i relatori? La sala del Polifunzionale di Magnano in Riviera era piena, non c’erano più posti a sedere.  Questo ci da la misura di quanto queste iniziative siano importanti e sentite. Gli apicoltori sono assetati di informazioni e di tecniche che consentano loro di migliorare la conduzione degli apiari e delle loro famiglie di api, particolarmente in queste stagioni così difficili. Le relazioni si sono articolate in tre momenti, scientifico, tecnico e pratico. Tutti gli ascoltatori hanno seguito con attenzione e interesse, ne sono prova le numerose domande che hanno animato un interessantissimo dibattito.pubblico

sindaco

Grazie al Dott. Dorigo, per la sua capacità di attirare l’attenzione su temi importanti per le api e per il territorio.  Complimenti alla Dott.sa Bertucci-Maresca e Dott.sa Torboli, per la semplicità, ma nello stesso tempo chiarezza, nell’esposizione di argomenti difficili e per noi quasi inusuali. Importante l’intervento del Prof. Pechhacker, che con tutte le difficoltà della traduzione, è riuscito a trasmettere concetti determinanti per poter superare alcune difficoltà. Grazie alla Dott.sa Menestrina, per il suo messaggio di attenzione alle difficoltà che potrebbero arrivare, e per le quali non possiamo farci trovare impreparati. Interessante e simpatico, l’intervento del Sig. Paolo, che con la sua naturale comunicativa, ha trasmesso a tutti noi la sua grande esperienza diretta.

prof.P.2

la cana 2

Il messaggio che possiamo trarre da una giornata così intensa rappresenta il grande interesse ed il grande amore che molti hanno per le api e per il territorio. E’ vero che anche la produzione ha la sua importanza, nessuno può pensare che l’aspetto economico non sia determinante, ma la sensibilità per questi insetti importantissimi per tutti noi è veramente il punto centrale per queste persone e di queste iniziative. Il convegno è durato quattro ore, ma nessuno si è annoiato o se ne è andato prima della fine, segno che i relatori sono stati bravi e che gli argomenti erano interessanti e sentiti.

Lo scopo dell’Associazione è quello di diffondere sempre più le tecniche e la cultura dell’apicoltura, in tutti i suoi aspetti. Ci sentiamo di poter dire che sabato si è potuto registrare un importante passo avanti.

pubblico2

Grazie a tutti gli intervenuti. Questo successo ci stimola a proseguire con maggiore determinazione e con maggiore professionalità. Di incontri così ne organizzeremo ancora! Cercheremo di approfondire, informare, divulgare e aggiornare quanti vorranno seguirci ed aiutarci. In questo momento non ci si può confinare in piccoli gruppi, nascondere dietro a qualche gelosia, inalzare qualche presunzione. Dobbiamo comunicare sempre più e collaborare tutti insieme per poter raggiungere traguardi che non sono nemmeno avvicinabili se non in maniera unitaria ed organizzata.

Ricordiamo il motto del Prof. Pechhacker: ” cooperation, cooperation, collaboration!”

Alla fine, in molti, siamo andati a cenare con le specialità della “Festa delle Castagne” che animava il paese di Magnano in quel week-end. Anche quei momenti di svago sono stati bellissimi e, come al solito, il dibattito sulle api è continuato tra apicoltori e lo stesso Prof. Pechhacker che si era fermato con noi.

Un caloroso grazie ed un fiducioso arrivederci.

2 pensieri su “Grande successo l’incontro di sabato 25 ottobre”

  1. Buongiorno,
    mi complimento con i relatori per gli ottimi interventi, tutti molto interessanti che ho seguito con grande attenzione.
    Purtroppo, avendo dovuto lasciare la sala prima della conclusione, approfitto del sito per avere dei consigli su deve trovare delle “gabbiette ucraine” per fare qualche esperimento poichè sono di difficile reperibilità.
    Ringrazio chiunque voglia consigliarmi e rinnovo i miei complimenti a tutti.
    Alessandro

    1. Ciao Alessandro, scusa se rispondo in ritardo, ma il tempo è sempre troppo poco. non saprei dove indirizzarti, ma credo che anche l’Azienda Comaro abbia le gabbiette in questione, domanda a loro e buon lavoro

      Alessandro

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>